IN EVIDENZA


SALONE DI PARIGI 2018


Per festeggiare i suoi 120 anni di vita il Salone di Parigi si rifà il look e dà vita ad una kermesse completa di tutto, accogliendo sotto un unico tetto auto, moto, tecnologia e concept, riservando una sezione dedicata alle tecnologie che stanno invadendo il settore con "Mondial Tech" e dedicando uno spazio alla mobilità alternativa, dalle auto elettriche al car-sharing con il “Mondial de la Mobilité”.

Un anniversario importante che però è stato leggermente offuscato dalla mancata partecipazione di numerosi marchi. Quello delle “assenze importanti” è diventato un fenomeno irreversibile, che negli ultimi anni ha coinvolto anche gli altri saloni, al punto che Detroit ha dovuto cambiare totalmente periodo per non sparire.

I motivi sono noti: costi molto elevati a fronte di un ritorno in termini di comunicazione il cui valore è oggi pesantemente ridotto. Perché i tempi sono cambiati e la gente non ha più bisogno di aspettare un salone per vedere le auto nuove. Sa già tutto molto prima, prevalentemente grazie ad internet. Di conseguenza le case automobilistiche selezionano con cura i saloni a cui partecipare.

Per le Case automobilistiche gli appuntamenti più allettanti, sono diventati quelli che riguardano Paesi in cui la motorizzazione di massa è ancora parziale o addirittura 'futuribile' (come Cina, India e altre nazioni del lontano Oriente) o i pochi - come Ginevra e Francoforte - che sono considerati irrinunciabili per 'mostrarsi' e spiare la concorrenza.

Nonostante le tante assenze importanti, la manifestazione francese offre molti spunti interessanti. Tutte le case presenti puntano sulle auto elettriche ed ibride. Una corsa da parte di tutti a presentare modelli a batterie pronti al lancio commerciale o in procinto di esserlo fra alcuni mesi o pochi anni...

Continua a leggere...

ARCHIVIO PROTOTIPI




STORIE DI DESIGN