PININFARINA: CRONOLOGIA PROTOTIPI


1935 Rolls Royce Berlina
1951 Rolls Royce Coupè
1952 Lancia PF 200
1954 Cadillac
1954 Lancia Aurelia B24 S
1955 Super Flow I
1955 Florida 4 porte
1955 Florida 2 porte
1956 Super Flow II
1956 Fiat 600 Palm Beach
1958 Florida II
1966 Dino Coupè Biposto 1999 Metrocubo

PININFARINA: CENNI STORICI



Battista Farina nasce a Torino il 2 novembre del 1893, decimo di undici figli viene simpaticamente chiamato "pinin" (in dialetto torinese significa piccolo), soprannome che si portera' dietro tutta la vita, tramandadolo anche ai suoi figli. Inizio' a lavorare giovanissimo nella piccola carrozzeria del fratello Giovanni. Dopo la "grande guerra" si reco' negli Stati Uniti per rendersi conto dei progressi tecnici compiuti oltre oceano. Da li' a poco lascera' il fratello per fondare la Carrozzeria Pinin Farina. Nel giro di pochi anni, grazie agli insegnamenti appresi in America riusci' a portare la sua piccola azienda a contatto con le maggiori fabbriche automobilistiche.

Negli anni precedenti il secondo conflitto mondiale dal suo stabilimento uscirono carrozzerie dal disegno rivoluzionario che anticipavano gia' le linee delle automobili del futuro, come la Fiat 1500 coupe', la Lancia Aprilia aerodinamica o ancora una Alfa Romeo 8 C Cabriolet. Nel 1959 cedette la direzione dell'azienda al figlio Sergio e al genero Renzo Carli. Tre anni dopo, con decreto ministeriale il suo cognome venne mutato in Pininfarina, in considerazione dei suoi meriti sociali e industriali.
Battista Pininfarina morira' a Losanna all'eta' di 73 anni.

Sergio Pininfarina venne alla luce l'8 settembre del 1926. Dopo aver preso la laurea in ingegneria meccanica entro' nella azienda di suo padre, dando un nuovo impulso ed un maggiore sviluppo all'attivita', adeguandola alla mutata situazione automobilistica. Sensibile ai problemi della sicurezza ha incoraggiato studi e ricerche in questo campo. Famose la Sigma del 1963 e la Sigma Grand Prix del 1969, concepite secondo i massimi criteri di sicurezza.

A lui si deve anche la prima galleria del vento costruita in Italia. Li' nascera' il celebre studio CR 25 del 1974, il cui nome deriva dal coefficiente di resistenza, bassisimo per l'epoca, studiato proprio nella galleria del vento. Pininfarina ha legato il suo nome ad alcune delle carrozzerie piu' belle viste in questi anni, come la Fiat Abath 1000 Spider, l'Alfa Romeo 33 Prototipo o la Autobianchi Giovani, le sue linee tondeggianti e armoniose rendono le vetture di una eleganza naturale, anche quando si tratta di vetture sportive. Ma il connubio principale, quello che reso la Carrozzeria Pininfarina famosa nel mondo e' quello con la Ferrari.

Il carrozziere ha praticamente "vestito" quasi tutte le auto della casa di Maranello, a cominciare dai prototipi, basti ricordare la 250 GT, la Ferrari per antonomasia, e poi ancora la 512 S, la 250 P5, l'originalissima Modulo, la Dino 206 GT, per arrivare a tutta la produzione di serie, la 288 GTO, la 348 TS, la 456 GT, la F40, la F50, per finire con la nuovissima 550 maranello, solo per citare le ultime.

Fonte: Quattroruote - Wikipedia