1971 PININFARINA ALFA ROMEO P33 CUNEO

Derivandola direttamente dalla vettura Sport da competizione, nel 1968 Alfa Romeo commercializza la 33 Stradale, con la splendida carrozzeria disegnata da Franco Scaglione.

Tuttavia il prestigio della meccanica avrebbe presto attirato anche altri designer, in un’epoca in cui le “dream cars”, dalle linee futuristiche e azzardate, sono protagoniste dei Saloni di tutto il mondo.

Dopo la Carabo di Bertone, le P33 Roadster e 33/2 Coupé Speciale di Pininfarina e l’Italdesign Iguana, Pininfarina interpreta un’ultima volta il telaio Alfa nel 1971, a Bruxelles, con la 33 Spider, in seguito battezzata “Cuneo” in Alfa Romeo.

Per questo prototipo Paolo Martin utilizza il telaio che già aveva dato origine alla P33 Roadster, la cui carrozzeria viene smantellata e rimpiazzata da una forma a cuneo perfetta dalle linee tese e spigolose su spicca l’ampio parabrezza inclinato e il semplice roll-bar che sostiene anche il coperchio dei tromboncini.

L'unico esemplare prodotto della "P33 Cuneo" è conservato presso il museo storico Alfa Romeo di Arese.

Fonte: Pininfarina
Image Credit: ArchivioPrototipi.it - Pininfarina
DETTAGLI TECNICI
Costruttore Pininfarina
Modello Alfa Romeo P33 Cuneo
Presentazione Bruxelles, 1971
Design Paolo Martin
Tipo Motore Alfa Romeo V8
Cilindrata (cc) 1995
Potenza (cv) 230
Lunghezza (mm) 4100
Larghezza (mm) 1800
Altezza (mm) 900
Peso (kg) n.d.
Velocità (km/h) 195
Photo Credit: Archivioprototipi.it
Photo Credit: Archivioprototipi.it