CARROZZERIA VIGNALE: CRONOLOGIA MODELLI



N.B. La Carrozzeria Vignale ha costruito molti veicoli in piccole serie, dette "fuoriserie", per conto proprio o per conto terzi, quindi alla lista dei prototipi verrà aggiunta anche una lista con le principali realizzazioni costruite in piccola serie.


CARROZZERIA VIGNALE: CENNI STORICI



La carrozzeria Vignale S.p.A., fondata a Torino nell'ottobre 1946, è una delle poche aziende che abbia introdotto elementi stilistici veramente innovativi rispetto ai grandi nomi del settore. La Vignale emerse proponendo sin dai primissimi anni forme spiccatamente aereodinamiche, padiglioni molto ribassati e ornamenti in metallo cromato, ma ben piu' importante l'introduzione delle verniciature bicolore, distribuite secondo una ricerca pittorica piuttosto che secondo una logica strutturale o tradizionale.

Da ricordare una Cisitalia del 1947 con oblo' laterali di ispirazione motonautica, spunto che fu poi ripreso dalle grandi berline americane degli anni cinquanta. La prima importante commessa fu quella per la realizzazione di un cospicuo numero di Cisitalia cabriolet e nonostante la Vignale fosse sottodimensionata per un incarico del genere riuscì, grazie all'apporto di altre piccole botteghe, a portare a termine il lavoro. L'inizio di una collaborazione con la Ferrari (prima dell'era Pininfarina) fu il secondo fatto qualificante per la Vignale, con la costruzione di alcune barchette su disegno proprio che finirono nelle mani di esperti piloti ed ebbero notevole fama sportiva. Ormai tutti ricorrevano alla Vignale per avere una Ferrari esclusiva.

In tutto Vignale ne allesti' circa 140 esemplari. Dopo Fiat, Cisitalia e Ferrari vennero i telai Lancia, Alfa Romeo, Osca e Maserati. Alcuni tipi di queste marche, prodotti in piccola serie, ebbero una carrozzeria esclusiva Vignale, come la Lancia Appia e la Flavia Convertibile o le Maserati Sebring, Mexico, Indy e 4 Porte. Cio' nonostante la produzione della Vignale si basava principalmente su elaborazioni di piccole utilitarie, come la Fiat 600 Cherie' o gli spider allestiti su pianale della 750 per finire con la Gamine , una specie di Balilla spider costruita su pianale della Fiat 500. Nonostante fosse una realizzazione ben riuscita, la Gamine ebbe la disavventura di incorrere nell'annullamento di parecchie commesse estere portando la ditta ad una grave crisi economica. Nulla poterono i cambi di gestione e l'assunzione di stilisti come Michelotti, perche' a parte la realizzazione di alcuni prototipi per la BMW, la Cadillac e la Jensen e di altri studi e produzioni preserie per American Motors, Matra, Triumph e Tatra, alla morte di Alfredo Vignale la ditta fu assorbita dalla Ghia perdendo parte della sua autonomia e della sua originalita'.

Da quel momento ci furono solo prototipi preserie per la Maserati, come la Ghibli e la Indy, e per la De Tomaso con la Pantera. Il declino di questo modello a causa della crisi energetica, causo' la chiusura definitiva dell'attivita' della Vignale il 30 novembre del 1974.

Per maggiori informazioni sulla Carrozzeria Vignale visita il sito di Martin Wildeboer alla Vignale Gamine Home Page