ECOLE SBARRO: CRONOLOGIA PROTOTIPI


1965 Coupè Filippinetti I
1967 Coupè Filippinetti II
1968 Dominique III
1969 Lola T 70
1984 Auto Union Baby
1984 Super Eight
1985 Challenge V8
1985 Miglia Brescia
1985 Special Five Turbo
1985 Renault 25 Charbounneaux
1986 Challenge 2+2
1986 Challenge Baby
1986 Mercedes 300 SL Replica
1986 Mercedes Papillon 4 porte
1986 Aventure C15
1987 Monster G
1987 Challenge III
1988 Robur
1988 Mercedes 300 SL Replica
1989 Osmos
1989 Ruota Orbitale Sbarro
1990 Chrono
1990 Citroen Evasion BX 4x4
1991 Helios
1991 Chassis Dual Frame
1992 Astro
1993 Isatis
1993 Urbi
1993 Onyx (Citroen ZX)
1994 Oxalys
1994 Alfa Romeo 155 Sportwagon
1994 Project R4
1995 Alcador
1995 Mandarine
1996 Issima
1996 Peugeot 106 Gruau
1997 Berlinette Hommell
1997 Be Twin
1997 Ellipsis
1997 Formula Rhin
1997 Grand Angle
2002 Citroën Xsara Picasso Cup
2003 Citroën Berlingo Bourlingueur



ECOLE SBARRO: CENNI STORICI



Zefferino Francesco Sbarro, noto come Franco Sbarro è nato nel 1939, in Puglia.
Franco Sbarro emigrò nel novembre 1957 a Neuchatel (Svizzera). Dopo aver trovato lavoro come macchinista per un'estate si affermò come meccanico, aprendo, due anni più tardi un proprio negozio lavorando per la Borgward una nota marca tedesca dell'epoca.
Quando incontrò Georges Filipinetti, Sbarro cominciò una nuova vita: divenne capo meccanico della Scuderia Filipinetti. Qui ebbe modo di studiare e lavorare sulle auto della scuderia. In seguito prese parte al restauro di macchine prestigiose: AC Cobra, Ferrari P3 e Ford GT40. Sbarro costruì durante questi anni la sua macchina: il coupé Filipinetti, basato su un Ghia di Karmann di VW, 1600 cc.

Il 25 marzo 1968, Sbarro fondò l'ACA - Atelier de Costruzione Automobile, in una vecchia fabbrica di sigarette. La prima macchina fu la Dominique III, una piccola sport. Poi convertì le Ford GT40 per un utilizzo su strade pubbliche.
Sbarro costruì molte repliche di classici europei, come: BMW 328, Lola T70 Ferrari P4 e persino una Bugatti Royale. Il resto è costruito su richiesta. I clienti dicono che tipo di macchina vogliono e Sbarro le disegna. In pratica sono tutti esemplari unici.
Sbarro ha inventato nel 1989 una ruota rivoluzionaria e nuova, il "ruota orbitale" e pochi anni dopo un nuovo concetto di telaio, il "dual frame".

Nel 1992, Sbarro ha creato una scuola, Espace Sbarro, dove gli studenti possono imparare tutti i passi per la costuzione di una automobile, dal disegno ai prototipi. Una seconda scuola è stata aperta a Casablanca, in Marocco nel 1994, poi una terza in Francia in Pontarlier (Centre Espera). Tutte le macchine create dagli studenti in un anno di studio sono presentate al Salone di Ginevra.





Fonte: Sbarro