.::  1966 AMERICAN MOTORS PROJECT IV AMX II   ::.


Le specifiche potrebbero non essere precise
DETTAGLI
Costruttore American Motors
Modello Project IV AMX II
Presentazione 1966
Design Vince Gardner

MOTORE
Tipo n/d
Cilindrata (cc) n/d
Potenza (cv) n/d

DIMENSIONI
Lunghezza (mm) 4750
Larghezza (mm) 1830
Altezza (mm) 1300

PERFORMANCE
Velocità (km/h) n/d
0-100 n/d
   


Nel 1965 la American Motors si è impegnata a sviluppare un'automobile da inserire nel segmento delle pony cars cioè delle auto in formato ridotto, definite dal concetto bivalente piccolo formato-basso prezzo. Molti studi e molti prototipi sono stati sviluppati per arrivare a definire le linee della Javelin, la pony car della AM.

Tra questi la Cavalier, la Vixen, la AMX I e la AMX II che vennero raggruppate in un unico progetto (chiamato Project IV) e che divennero una piccola mostra itinerante per saggiare le reazioni e le opinioni di un pubblico selezionato.

La caratteristica principale di questi quattro prototipi è la forte personalità estetica, l'unica arma per battere la concorrenza di Ford Mustang, Chevrolet Camaro e simili.

La forma della AMX II è imperniata sulla modifica del tema fast-back della prima AMX, le dimensione più generose consentirono un miglior sfruttamento dello spazio interno, specialmente nella parte posteriore.

Il parabrezza e i cristalli laterali sono curvi. Caratteristica di questo "momento stilistico" è il disegno aggressivo dello sbalzo anteriore: parafanghi protesi in avanti, presa d'aria integrante l'intera sezione frontale e griglia a marcato sviluppo orizzontale.

Fra le misure di sicurezza, le porte si bloccano automaticamente quando il motore è acceso, i gruppi ottici posteriori sono (come sulla Cavalier) tricolori: verde per indicare il veicolo in moto, giallo per la decelerazione e rosso per la frenata.



Fonte: American Motors
Image Credits: American Motors