MILANO MONZA MOTOR SHOW 2021

Un simbolo di rinascita. Milano Monza Motorshow 2021 è stata un’occasione per ritornare a vivere quelle emozioni di cui gli appassionati di motori avevano bisogno. Continuando con la formula del Salone diffuso all’aperto, già sperimentata con successo per anni al Valentino di Torino, il MIMO 2021 trasferendosi a Milano ha avuto come cornice il “cuore” della città. Le centoventi installazioni disseminate da Piazza Duomo al Castello Sforzesco, sono state punto d’incontro per gli appassionati che hanno avuto così modo di vedere e toccare con mano le ultime novità dei 63 marchi partecipanti.

Le Case partecipanti hanno esposto il meglio che potessero offrire in quanto a tecnologia, design e performance a zero emissioni. Infatti gran parte delle vetture esposte erano a batteria o ibride. Ma non sono mancate la supercar per chi ama le sensazioni forti. A cominciare dalla prima assoluta della Bugatti Bolide, un modello dedicato alla pista, che esprime il massimo della tecnologia del marchio francese abbinandolo con un design dal gusto racing e futurista. A farle da damigelle le sorelle Chiron Sport e Chiron Pur Sport. Si passa poi per le Pagani Huayra R, Imola e Roadster BC, un vero trionfo di prestazioni ed alta tecnologia, si continua con le Lamborghini Sian e Huracàn STO, per finire al prototipo Pambuffetti PJ-01, opera prima di un nuovo marchio “Made in Italy” che si affaccia nel competitivo mondo delle supercar. Il solo vedere queste meraviglie così da vicino valeva il viaggio.

Lasciando da parte i “sogni”, al MIMO 2021 ci sono stati anche altri debutti nazionali ed europei di auto che probabilmente vedremo circolare sulle nostre strade, come la BMW IX, la Evo 3, la Kia EV6, la Skoda Enyaq e le Hyundai Ioniq5 e Bayon.

Poche invece le proposte dei “carrozzieri”, ormai diventati sempre più atelier per realizzazioni su misura. Lungo le strade di Milano facevano bella mostra la Kangaroo e la Bandini Dora (davvero splendida!) della GFG Style di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro, le bellissime realizzazioni di Zagato per Aston Martin e la nuova Iso Rivolta, per finire la recentissima Aero3 della Carrozzeria Touring. Nessuno spazio invece per il design "Made in Italy" del passato: una mancanza grave.

Purtroppo, pur apprezzando lo sforzo fatto dall’organizzazione per avere il meglio della produzione automobilistica e l’impegno sul fronte della sicurezza, veramente ineccepibile, devo ammettere di essere rimasto un po’ “spaesato”. Il Salone diffuso e alla portata di tutti è una splendida idea, ma avrebbe bisogno di uno spazio dedicato e delimitato (come lo era il Parco del Valentino a Torino). Girare sul selciato di Milano con un caldo infernale e con il traffico dei giorni feriali (andare da Piazza Duomo al Castello Sforzesco non è proprio una passeggiata…) forse si poteva evitare, magari usando come location non solo Piazza del Duomo, facilmente delimitabile, ma anche il Parco del Sempione.

La speranza è che l’organizzazione faccia tesoro di questa esperienza e continui a migliorare, così come ha sempre fatto, riuscendo a dare agli appassionati italiani un modo nuovo e originale di vivere questo tipo di manifestazioni. Si rinasce da Milano, per continuare a vivere la passione.

Si ringrazia la Sig.ra Barbara Santise e l'Ufficio Stampa per la gentile collaborazione.

Testo: ArchivioPrototipi.it
Foto: ArchivioPrototipi.it - MIMO 2021 Press

LE AUTO

LAMBORGHINI SIAN

     

LAMBORGHINI HURACAN GTO

     

BUGATTI BOLIDE

     

BUGATTI CHIRON SUPER SPORT

     

MCLAREN ARTURA                                                                                  MCLAREN 720S

     

SUZUKI ACROSS PLUG-IN                                                                      TOYOTA YARIS CROSS HYBRID

     

PAMBUFFETTI PJ-01

     

ALFA ROMEO GIULIA GTAm

     

FERRARI PORTOFINO M

     

FERRARI ROMA

     

PAGANI IMOLA

     

PAGANI HUAYRA R

     

DALLARA BARCHETTA

     

TOURING SUPERLEGGERA AERO3

     

ZAGATO ISO RIVOLTA

     

GFG STYLE BANDINI DORA

     

GFG STYLE KANGAROO

     

MASERATI MC20

     

UMBERTO PALERMO DESIGN MOLE URBANA