.::  1969 MERCEDES C-111  ::.


Le specifiche potrebbero non essere precise
DETTAGLI
Costruttore Mercedes
Modello C-111
Presentazione 1969
Design Centro Stile Mercedes

MOTORE
Tipo Wankel 3 rotori
Cilindrata (cc) 1800
Potenza (cv) 280

DIMENSIONI
Lunghezza (mm) 4440
Larghezza (mm) 1800
Altezza (mm) 1120

PERFORMANCE
Velocità (km/h) 290
0-100 n/d
   


Con la sigla C111 ci si riferisce una serie di autovetture prodotte dalla Mercedes-Benz tra gli anni sessanta e gli anni settanta per testare motori di nuova concezione come i Wankel, i Diesel e i turbocompressori. Su quest'auto furono sperimentate anche le porte ad ala di gabbiano, gli interni lussuosi con rifinitura in pelle e l'aria condizionata.

Il progetto iniziale venne portato avanti sotto la direzione di Hans Liebold, e il primo prototipo, dotato soltanto di una rudimentale carrozzeria in alluminio, venne collaudato sulla pista della Casa di Untertuerkheim e ad Hockeneim tra l'aprile e il maggio 1969, mentre il primo esemplare completo di una serie di cinque apparve nel luglio successivo.

Questa prima versione era dotata di un motore Wankel, soluzione che all'epoca sembrava avere un grande futuro, montato in posizione posteriore centrale longitudinale. Si trattava di un'unità a tre rotori alimentata attraverso una pompa d'iniezione Bosch, con una cilindrata totale di 1800 cc (equivalente a un motore tradizionale di 3,6 litri) e in grado di sviluppare una potenza di 280 CV a 7000 giri/min.

La trasmissione, che non era oggetto di particolari sperimentazioni nel contesto del progetto, era affidata a un cambio ZF a 5 marce in blocco con il differenziale autobloccante. Il telaio era costituito da un pianale in lamiera d'acciaio sul quale veniva rivettata e chiodata una carrozzeria in plastica. La paratia tra abitacolo e motore formava inoltre una struttura d'irrigidimento e svolgeva la funzione di roll-bar.

La sospensione anteriore prevedeva uno schema a bracci trasversali simile a quello della roadster R 107 di serie, mentre posteriormente venne adottata una geometria tipica delle Formula Uno dell'epoca, con bracci trasversali e puntoni longitudinali che formavano, sia superiormente che inferiormente, due larghissimi triangoli con il lato più lungo pressoché parallelo all'asse della vettura.

Su entrambi gli assi vennero adottati gruppi molla elicoidale-ammortizzatore coassiali. L'impianto frenante prevedeva quattro dischi ventilati, mentre i due serbatoi carburante erano posti ai lati dell'abitacolo. Quest'ultimo era perfettamente rifinito, e non venne trascurato neppure un sofisticato impianto di riscaldamento e ventilazione.

La prima versione della C111 è stata completata nel 1969. Montava una scocca in fibra di vetro è un propulsore centrale Wankel con tre rotori ad iniezione diretta (il nome in codice del motore era M950F). Nel 1970 venne introdotto un motore con 4 rotori, con cilindrata aumentata a 2400 cm³ che garantiva 350 CV a 7000 giri/min e una velocità di 290 km/h.


Fonte: Mercedes-Benz
Image Credit: Mercedes-Benz