1963 GHIA G230 S PROTOTIPO

Dopo aver costruito vetture sia per clienti americani che italiani, la Ghia volle iniziare la produzione in proprio di automobili. Questa G230 S è una delle prime vetture costruite interamente dalla Ghia.

La base di partenza era la piattaforma della Fiat 2300 S, ma la carrozeria torinese volle utilizzare componenti interamente aggiornati.

Lo stile della carrozzeria fu creato sotto la direzione del capo progettista Sergio Sartorelli, che aveva già disegnato la mitica VW Karmann Ghia.

Il telaio era di importanza fondamentale, quindi la Ghia si rivolse alla "Gilco", ditta che aveva progettato e costruito telai per la Ferrari.

Alla Gilco, l'ingegnere Gilberto Colombo disegnò un telaio tubolare che seguiva lo schema costruttivo della sua maestosa Maserati Birdcage.

Il motore, i freni a disco, il cambio e le sospensioni della Fiat erano state aggiornate dalla Abarth. Le intenzioni della Ghia erano quelle di coinvolgere le due aziende. l'Abarth e la Fiat, nella eventuale produzione in serie della vettura.

La prima G230 S è apparsa al Salone dell'Automobile di Torino nel 1963. Sembra che la Ghia abbia costruito almeno due prototipi, per i motorshow internazionali.

Purtroppo l'auto non ha mai raggiunto la produzione, e l'unico prototipo esistente è quello di colore verde, conservato nelle sue condizioni originali.


Fonte: Ghia
Image Credit: Ghia
DETTAGLI TECNICI
Costruttore Ghia
Modello G230 S Prototipo
Presentazione Torino, 1963
Design Sergio Sartorelli
Tipo Motore Fiat 6 cilindri
Cilindrata (cc) 2300
Potenza (cv) 150
Lunghezza (mm) n.d.
Larghezza (mm) n.d.
Altezza n.d.
Peso (kg) n.d.
Velocità (km/h) n.d.